Mondiali 2019 | L’Italia sarà in terza fascia. Si conoscono quasi tutte le qualificate

Al Mondiale di Francia 2019 parteciperanno ventiquattro squadre. Già venti sono certe di un posto nella rassegna iridata. A rappresentare l’Europa, oltre alle padrone di casa della Francia, ci saranno Inghilterra, Scozia, Norvegia, Svezia, Germania, Italia e Spagna, vincitori dei rispettivi gironi di qualificazione, e i Paesi Bassi, che hanno avuto la meglio sulla Svizzera nella finale play-off. Oltre agli Stati Uniti, trionfatori nella Concacaf Women’s Championship, si qualificano per il Mondiale francese anche Canada e Giamaica, classificati rispettivamente al secondo e al terzo posto della competizione. Non riesce a staccare il pass Panama che, dopo aver perso la finale per il terzo posto del torneo nordamericano ai rigori, viene sconfitto anche dall’Argentina, bronzo in America Latina, nello spareggio interzonale (5-0 all’andata e 1-1 al ritorno). Oltre all’Albiceleste, si qualificano Brasile e Cile, finaliste del Campionato Sudamericano. Giappone, Australia, Cina, Thailandia e Corea del Sud parteciperanno al Mondiale in quanto classificatisi ai primi cinque posti della Coppa d’Asia. Le restanti quattro partecipanti saranno le prime tre classificate della Coppa d’Africa e la vincitrice della Coppa delle Nazioni Oceaniche, le cui finali si terranno entrambe sabato 1º dicembre. Sette giorni più tardi verrà effettuato il sorteggio per la composizione dei gironi presso il centro La Seine Musicale, situato sull’Île Seguin, a pochi chilometri da Parigi.

Squadre qualificate per i Mondiali:
Uefa (Europa): Francia, Inghilterra, Scozia, Norvegia, Svezia, Germania, Italia, Spagna, Paesi Bassi.
Comnebol (America del Nord): Stati Uniti, Canada, Giamaica.
Concacaf (America del Sud): Brasile, Cile, Argentina.
Caf (Asia): Giappone, Australia, Cina, Thailandia, Corea del Sud.
Caf (Africa): tre squadre (tra Ghana, Camerun, Guinea Equatoriale, Algeria, Sudafrica, Zambia, Mali e Nigeria).
Ofc (Oceania): una squadra (tra Nuova Caledonia, Isole Cook, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea, Samoa, Tahiti, Tonga e Figi).

L’Italia si ritroverà quasi certamente in terza fascia. Tenendo conto del ranking attuale, che verrà aggiornato prima del sorteggio, in prima fascia ci sarebbero, oltre alle padrone di casa della Francia già certe di essere teste di serie nel gruppo A, Stati Uniti, Germania, Inghilterra e Canada. L’Argentina, ultima della terza fascia, in caso di qualificazione della Nuova Zelanda (ampiamente favorita per la vittoria della Coppa delle Nazioni Oceaniche) verrebbe sbalzata in quarta fascia, dove con ogni probabilità ci saranno le tre africane. In caso contrario, qualunque altra nazionale oceanica sarebbe posizionata tra le squadre con il ranking più basso. Giappone e Corea del Sud sperano in un sorpasso dell’ultimo minuto, rispettivamente su Australia e Norvegia, ma lo svantaggio da recuperare non è poco.

Le fasce dei sorteggi se il Mondiale iniziasse oggi:
Prima fascia: Francia, Stati Uniti, Germania, Inghilterra, Canada, Australia.
Seconda fascia: Giappone, Brasile, Svezia, Paesi Bassi, Spagna, Norvegia.
Terza fascia: Corea del Sud, Cina, Italia, Scozia, Thailandia, Argentina.
Quarta fascia: Cile, Giamaica.

Per l’Italia quindi si prospetta un girone ostico ma tutt’altro che impossibile da superare. Oltre alle prime due di ciascun girone si qualificheranno infatti agli ottavi di finale anche le migliori quattro terze dei sei raggruppamenti. Se il rischio di affrontare una corazzata come Stati Uniti o Germania è da mettere in preventivo, sicuramente le Azzurre avranno anche a che fare con un avversario di quarta fascia ampiamente abbordabile, come Cile, Giamaica o una Nazionale oceanica (o l’Argentina se si qualificasse la Nuova Zelanda) o africana. Le ragazze di Milena Bertolini hanno tutte le carte in regola per giocarsela alla pari con le Nazionali di seconda fascia, basti pensare che tra queste figura la Svezia, sconfitta sia allo scorso Europeo che nella recente amichevole di Cremona.

Foto: Figc.

Related posts

Leave a Comment