La sua lista civica è in coalizione con “Noi con Salvini”: Astarita esclusa dall’Afro-Napoli

L’Afro-Napoli United è una squadra di calcio “nata con l’intento di adoperare il principio secondo il quale lo sport può e deve essere, oltre una semplice disciplina per allenare il fisico, anche un veicolo per l’insegnamento di valori sociali ed etici ed un metodo per abbattere i tabù razziali“. Questo si legge sul sito della società campana, che dovrebbe partecipare al campionato di Eccellenza femminile, e per questo motivo il capitano Titty Astariti è stata allontanata dalla squadra. La sua colpa non è quella di aver compiuto un atto riprovevole in campo, come uno sputo o un insulto razzista a un’avversaria. I motivi dell’allontanamento vanno cercati infatti in ambito extracalcistico, nella politica precisamente. La giovane calciatrice partenopea è infatti in lizza per un posto al consiglio comunale di Marano nel Movimento Civico Maranese a sostegno del candidato sindaco Rosario Pezzella. Il problema della società calcistica è che nella stessa coalizione c’è anche il partito “Noi con Salvini“, come riportato sulla pagina Facebook del club: “La scelta di Titty Astarita ci ha lasciato esterrefatti. Ci addolora la sua perseveranza nel rifiutare il passo indietro da noi richiestole, soprattutto perché dopo un anno di partecipazione alle vicende dell’Afro-Napoli, in un ruolo chiave di rappresentanza, le dovrebbe essere stato chiaro che quella candidatura la poneva automaticamente fuori dal perimetro dell’idee-guida che sono alla base del nostro sodalizio“. La ragazza avrebbe dunque rifiutato l’aut aut impostole dalla dirigenza continuando il suo impegno politico nella lista civica, dichiarando: “Ho ricevuto la solidarietà di tutta la mia squadra, che ha deciso di non scendere in campo. Faccio un appello alla società e agli organi competenti affinché questa situazione si possa risolvere. Il calcio deve restare fuori dalla politica, deve essere solo divertimento“. Proprio questo fatto starebbe portando la società a decidere di ritirare l’iscrizione al campionato. La società, però, scarica la colpa di questa decisione sulla Astarita. Si legge infatti nello stesso post precedente: “Ci vediamo perciò costretti a comunicare che, in seguito alla scelta della capitana della nostra squadra femminile, Titty Astarita, di candidarsi alle elezioni comunali di Marano con una lista civica alleata a Noi con Salvini, non formalizzeremo l’iscrizione al campionato di C1 (in realtà “Eccellenza”, ndr) regionale campano di calcio a 11“.

Related posts

Leave a Comment