Uwcl | Acuto di Sorensen, Juventus eliminata

La Juventus viene sconfitta di misura dal Brondby nella gara di ritorno dei sedicesimi di Uefa Women’s Champions League, ed è eliminata dalla competizione.

Una prova opaca quelle delle ragazze di Rita Guarino, poche volte pericolose in avanti e spesso in difficoltà sulle avanzate del Brondby, disposto in maniera impeccabile in campo. Si infrange così il sogno europeo delle bianconere, che dovranno riscattarsi già da sabato in campionato sul campo della Florentia per archiviare al piu’ presto una sconfitta che servirà soprattutto nell’eventuale qualificazione per la prossima edizione della Uwcl al termine di questa stagione.

Le pagelle delle giocatrici della Juventus:

Giuliani 6.5: Evita un passivo che poteva essere piu’ pesante grazie a un grande intervento nel secondo tempo su un tiro di Oling. Sempre vigile e attenta, non ha cali di concentrazione.

Hyyrynen 6: Non riesce a spingere in avanti ma nonostante ciò riesce a difendere bene e non corre pericoli.

Gama 6: Il capitano emerge come l’elemento migliore nella difficile serata di Brondby. Non rischia nulla ed è determinante in alcuni interventi che hanno evitato pericolose avanzate verso la porta di Giuliani.

Salvai 5.5: Soffre il pressing delle avversarie e paga una disattenzione forse evitabile che scaturisce il gol del Brondby.

Sikora 5.5: Non riesce a dare quella spinta in avanti che , in altre occasioni, sa dare con forza e costanza. (dal 48′ Boattin 6: entra subito in partita e mette molta piu’ pressione alla difesa del Brondby, ma in alcune circostanze è un po’ imprecisa.)

Galli 6: Fa un sacco di lavoro “sporco” dietro per cercare di arginare i molteplici assalti delle danesi, e ci riesce, sfortunatamente non riesce a rendersi pericolosa in avanti.

Ekroth 5.5: Si impegna molto ma perde qualche pallone di troppo nonostante alcuni interventi difensivi ben riusciti.

Cernoia 6: E’ sicuramente l’elemento piu’ pericoloso dell’intera squadra, la sorte non è dalla sua parte e lo si vede nel primo tempo quando ha la palla del potenziale 1-1.  Crea spazi e attacca sino a quando la stanchezza ha cominciato a farsi sentire. (dal 69′ Glionna sv)

Aluko 6: Ha qualche guizzo e serve un grande assist a Cernoia nel primo tempo, ma la difesa del Brondby gli prende presto le misure. (dal 77′ Sanderson sv)

Girelli 6: Le tenta tutte, fino in fondo, e lotta davvero fino alla fine. Purtroppo i suoi sforzi si infrangono sul muro della difesa danese.

Bonansea 6: Si rende pericolosa nel primo tempo, la difesa del Brondby però non ha dimenticato i suoi gol all’andata e pur di contenerla non le risparmia interventi duri.

All. Guarino 6: Non è semplice per nessuno cercare di ottenere un risultato positivo su un campo ostico come quello del Brondby contro una squadra non irresistibile ma ad ogni modo preparata e messa bene sia a livello tattico che fisico. Non giocano a suo favore le assenze di Martina Rosucci per infortunio e di Ashley Nick per motivi burocratici, ma questa sconfitta sarà sicuramente frutto di un’esperienza che tornerà utile nelle prossime edizioni di questa competizione.

 

Related posts

Leave a Comment