L’Upc Tavagnacco si è presentato allo showroom Moroso

Diciotto anni di Upc Tavagnacco in serie A. Anni che sanno di storia vera e propria, per chi l’ha scritta e per chi continua a farlo. Sarà il primo anno di serie A sotto la FIGC e l’obiettivo dichiarato della società friulana è quello di raggiungere il prima possibile la salvezza, per tentare poi di togliersi altre soddisfazioni, compresa la possibilità di giocare le partite ‘di cartello’ alla Dacia Arena, lo Stadio dell’Udinese Calcio.

Senza più Paola Brumana, Alessia Tuttino e Michela Martinelli, la fascia da capitano spetta a Elisa Camporese: “Sarà un’annata diversa dalle altre in quanto la squadra è nuova e va costruita. Questo dovrà rappresentare uno stimolo ulteriore per tutte noi, per dare ancora qualcosa in più sul campo e crescere allenamento dopo allenamento. La fascia da capitano? Per me sarà un onore ma anche un onere indossare questa fascia: ho sempre cercato di insegnare qualcosa alle più giovani, quindi a maggior ragione continuerò a farlo quest’anno”.

Il tecnico Marco Rossi al suo secondo anno in panchina gialloblu ammette: “Servirà un pò di pazienza. Metà squadra è formata da nuove giocatrici, quindi servirà tempo per creare la giusta amalgama. Sono molto fiducioso, soprattutto dal punto di vista tecnico, ma dovrà essere il campo a dare concretezza alle mie sensazioni”.  

Altre novità sono state illustrate nel corso della conferenza stampa nello showroom Moroso, alla presenza del presidente Moroso, del suo vice Bonanni e del direttore sportivo Vincenzo Zangrando: una fra tutte? Nikola Mužíková, compagna del centrocampista dell’Udinese Antonin Barak. Per la prossima stagione, Nikola avrà il compito di migliorare la brand awareness della squadra e delle ragazze in maglia gialloblu, utilizzando al meglio i canali social come Instagram e Facebook. Dalla sua parte ci sono un grande entusiasmo e una grande voglia di fare bene.

Il vicepresidente Bonanni dichiara: “È una risorsa importante per il Tavagnacco Come ex calciatrice ha chiari gli obiettivi di crescita del movimento. La sua esperienza europea come delegato Uefa per il calcio femminile in Repubblica Ceca, inoltre, ci potrà aiutare a capire come l’Europa si sta muovendo nel calcio in rosa e che azioni intraprendere nell’immediato futuro. Da lei ci aspettiamo un collegamento diretto con le calciatrici per sviluppare una politica di social marketing da cui oggi non si può più prescindere”.

In conclusione le parole del presidente Roberto Moroso, che ha dimostrato il consueto entusiasmo alla vigilia della nuova stagione: “Sarà un campionato duro dopo l’ingresso in serie A di squadre legate al calcio professionistico maschile, ma anche la scorsa stagione le cose erano difficili e il Tavagnacco è giunto terzo. Abbiamo fatto un cambiamento forte, decidendo di abbassare l’età media delle calciatrici, con l’obiettivo di garantirci una continuità per futuro prossimo. Chiediamo pazienza e fiducia ai nostri tifosi, che devono essere orgogliosi del Tavagnacco, unica rappresentante friulana nel calcio femminile che conta”. 

Foto: Upc Tavagnacco

Post Correlati

Leave a Comment