Atalanta Mozzanica, Ardito: “È la prima esperienza nel femminile ma sono a mio agio”

Il 20 agosto alle 10.00 al centro sportivo Comunale di via Aldo Moro le ragazze dell’Atalanta Mozzanica si sono trovate per iniziare la preparazione in vista della prossima stagione. Il tecnico Michele Ardito ha svolto il primo allenamento con le giocatrici facenti parte della rosa. Nel corso della giornata si sono svolte le presentazioni del nuovo staff, che vede presenti il coordinatore dei preparatori dottor Davide Bianchi e i suoi collaboratori professore Alessandro Cè e professore Michael Longari, oltre al preparatore dei portieri Marco Sacco.

Buone le prime impressioni per il nuovo allenatore Michele Ardito, che racconta: “È un inizio positivo, avevo dato un programma alle ragazze da seguire e vedo che durante l’estate hanno lavorato. È chiaro, siamo in fase di costruzione, la rosa non è ancora al completo, abbiamo inserito tante giovani dalla primavera, oggi abbiamo fatto reciproca conoscenza e quindi non potevo aspettarmi di meglio. Sono alla prima esperienza nel femminile, ma subito mi sono trovato a mio agio. Ho trovato una squadra vogliosa di ascoltare ed io di ascoltare loro“.

Il capitano Daniela Stracchi, presente al campo ma senza prendere parte all’allenamento, ha aggiunto: “Vedo un gruppo che sta bene, che fatica già dal primo giorno e questo vuol dire che si prospetta una buona annata. L’obiettivo sarà lo stesso di sempre, cercare di migliorare la posizione in classifica conquistata lo scorso campionato. Un torneo che si fa sempre più difficile e quindi per noi sarà dura, ma ce la metteremo tutta. Oggi ci sono tante giovani in campo e lo vedo come una cosa molto positiva. Questa è la mia quinta stagione, per me Mozzanica è ormai una famiglia, non mi vedo con nessun’altra maglia addosso e sono felice della scelta che ho fatto“.

Le nerazzurre saranno impegnate sabato nel loro campo per il secondo Trofeo Luigi Sarsilli, in memoria dello storico presidente, in un triangolare contro Riozzese e Montorfano Rovato.

Foto: Sergio Piana.

 

Post Correlati

Leave a Comment