Verona, Avesani: “Poca incisività. Sconfitta amara contro la Res Roma”

Il Verona non riesce più a vincere. A Roma cala il buio per la formazione scaligera che perde 3-0 . In panchina al posto di Longega squalificato, Gianni Avesani che non riesce a ribaltare le sorti di un match già compromesso dopo soli 28 secondi. Il goal più veloce della stagione, per adesso, porta il nome di Melania Martinovic, attaccante della Res Roma. L’Agsm Verona ci prova al 4′ con Thorvaldsdottir che riceve bene da Nichele ma non inquadra la porta. Le scaligere tengono il campo ma al 18′ è ancora la Res Roma a trovare il raddoppio su calcio di rigore concesso da Cerioli di Livorno per la caduta in area di Nagni su intervento di Hill. Simonetti dagli undici metri trafigge Lemey che si tuffa dalla parte giusta senza raggiungere la sfera. A 5 minuti dalla fine Greggi chiude il match infilando in rete il pallone del 3-0 definitivo.
La gara finisce con il Verona punito da un risultato che fa male. Terza sconfitta consecutiva e due settimane a disposizione per ritrovare forze mentali e fisiche per ospitare l’Empoli e non commettere più passi falsi.

La disamina di Avesani: “Purtroppo aver preso gol subito, dopo appena 28 secondi per la precisione, equivale ad iniziare la partita da meno uno. Questo indubbiamente ci ha condizionato e ovviamente siamo stati costretti a giocare da subito per risalire dallo svantaggio esponendoci talvolta alle ripartenze della Res Roma. Questo ci ha portato a subire la seconda rete, su calcio di rigore discutibile ed anche evitabile. Nella ripresa talvolta ci siamo allungati e purtroppo non siamo stati incisivi come avremmo voluto”.

Post Correlati

Leave a Comment