Verona, Longega: “Siamo rimasti in partita fino alla fine, che peccato per il rigore…”

Zero punti e classifica ferma per il Verona, che dopo il pareggio nel derby con il Valpolicella, si arrendono alla capolista Juventus di misura e devono fare mea culpa per un calcio di rigore non trasformato sul risultato di parità. Renato Longega, nella disamina del post-partita, riparte proprio da qui: “Dispiace per il rigore, che avrebbe potuto dare una svolta. Siamo rimasti fino alla fine in partita e abbiamo ben limitato il gioco avversario. Penso che un pareggio non sarebbe stato uno scandalo, anche se giocoforza dovevamo fare una partita più difensiva. La classifica piange un po’ al momento, ma dobbiamo restare sereni e concentrati, perché in due gare su quattro abbiamo affrontato delle principali pretendenti al titolo. Ora penseremo a sabato: ci aspetta un match molto duro contro il Mozzanica, che ha grosse ambizioni e una classifica bugiarda per quelle che sono le qualità, un po’ come noi”.

Dello stesso avviso anche Lemey, portiere gialloblu: “Abbiamo fatto una buona gara e concesso poco all’avversario Se avessimo segnato il rigore nel primo tempo sarebbe sicuramente stata un’altra gara. Ci conosciamo da poco, è vero, ma stiamo lavorando bene per migliorarci in campo. Ci servirà ancora un po’ di tempo, ma sono sicura che faremo sempre meglio e già sabato prossimo dimostreremo il nostro valore”.

Post Correlati

Leave a Comment