Cabrini: “Non abbiamo paura di nessuno, lavoriamo sull’aspetto mentale”

Il CT azzurro Antonio Cabrini, a Coverciano durante i corsi di aggiornamento AIAC e in vista dell’Europeo in Olanda che si avvicina sempre più, ha presentato la manifestazione. Tanta carica e tanta grinta nelle parole del tecnico, che ha parlato di quello che sarà la rassegna in Olanda: “Siamo stati sorteggiati in un girone infernale insieme alle finaliste dell’ultima olimpiade di Rio, Svezia e Germania, ma questo non ci deve far avere timori reverenziali nei confronti di nessuno: quello che voglio è scendere in campo senza preoccupazioni, consapevoli delle proprie forze. Fondamentale sarà la partita di esordio nel girone contro la Russia. Stiamo lavorando per raggiungere i risultati delle federazioni che sono ai massimi livelli in Europa e, per ottenere questo, servirà tempo: i nostri sono obiettivi nel medio e lungo periodo. Con le ragazze, specialmente quelle dei settori giovanili, è fondamentale lavorare soprattutto sull’aspetto mentale: devono sentirsi atlete. È questa la più grande differenza che abbiamo con altre realtà del nostro continente, ma stiamo riducendo questo gap. Il calcio femminile ha un approccio diverso, c’è un modo diverso di interpretare lo sport e per un allenatore cambiano le modalità nel rapportarsi con le atlete; la voglia di lavorare e di allenarsi delle calciatrici è maggiore rispetto alla controparte maschile”. A riportare le sue parole il sito ufficiale della Figc.

Post Correlati

Leave a Comment