Di Giammarino: “Che emozione il gol, terzo posto frutto della determinazione”

Inizia il 2017 anche per la Res Roma, formazione che ha chiuso alla grande il suo 2016, dopo un inizio di campionato davvero oltre ogni aspettativa. Nell’ultima gara dello scorso anno, quella contro il Como 2000, Virginia Di Giammarino, alla terza stagione nella capitale, ha segnato il suo primo gol in Serie A. Riparte da qui il cammino delle giallorosse, dalle parole della giocatrice rilasciate al sito ufficiale del club: “Ho provato un’emozione indescrivibile. Non se lo aspettava nessuno e tantomeno io, ma in quei 5 minuti che il tecnico mi ha concesso ho cercato di dare il meglio di me e di sfruttarli come meglio potevo. Non potrò mai scordare quella palla girare, insaccarsi in rete e vedere tutte le mie compagne correre verso di me. Lo desideravo da tempo e finalmente ho raggiunto uno dei miei obbiettivi prefissati, con la consapevolezza che non sia un punto di arrivo ma un punto di partenza.
Personalmente? Credo che grazie alle mie compagne e a Melillo stia migliorando l’atteggiamento, che penso sia la mia pecca più grande. In ogni allenamento cerco di apprendere le cose positive che mi mancano da ognuna di loro. Ogni mia compagna cerca di aiutarmi sotto diversi punti di vista, e ci tengo a citarne principalmente 4, che sono Picchi, Coluccini, Caruso e Martinovic. Le prime due mi stanno aiutando molto a non perdere mai la voglia stimolandomi sempre a far meglio, mentre le altre mi hanno trasmesso quella grinta e tenacia che in una partita può far la differenza“.

Una doverosa precisazione riguardante il campionato, con la Res terza in classifica e non certo per caso: “Il terzo posto è più che meritato. Siamo partite da agosto con il piede giusto e stiamo cercando di migliorare sempre più. Il nostro punto di forza è la determinazione con la quale affrontiamo ogni partita. Fabio Melillo è un uomo che crede fermamente in ciò che fa e soprattutto nelle sue ragazze. Su di lui possiamo contare sia fuori che dentro al campo. Non voglio deluderlo. Il futuro? Cerco di restare sempre con i piedi per terra. Il mio obbiettivo principale è quello di ritagliarmi uno spazio in serie A, con la possibilità poi di indossare nuovamente la maglia azzurra“.

Related posts

Leave a Comment