Serie B | I verdetti finali e le designazioni arbitrali degli spareggi

Nel girone A di serie B può finalmente festeggiare la Lavagnese. Alle bianconeri liguri mancava solo la matematica, visto il non proibitivo impegno casalingo contro il Pisa, vinto con il punteggio netto di 7-0 grazie alla tripletta di Cama, alla doppietta di Pascotto e alle reti di Cafferata e Oliva. Anche in caso di sconfitta le ragazze di Morbioni, che restano in serie B assieme all’Arezzo, avrebbero potuto festeggiare, vista la concomitante affermazione del Ligorna sul campo della Novese per 2-4 con la doppietta di Bettalli e i gol di Fallico e Simosis a vanificare le marcature locali di Levis e Zella. Nel girone B le milanesi Inter e Milan Ladies erano già certe del mantenimento della categoria, allo stesso modo di Fortitudo Mozzecane e Castelvecchio nel girone C e Lazio nel girone D, dove la Roma XIV ha sconfitto a domicilio la capolista Roma con un gol di Fortunati che ha reso inutile la contemporanea vittoria casalinga del Chieti sul Salento, arrivata per mezzo della doppietta di Pica e della marcatura di Vukčević.

Se per salvezza e retrocessione i conti sono ormai fatti, lo stesso non si può dire per le promozioni. Le quattro capolista sono state accoppiate e si affronteranno infatti in gara secca per ottenere il salto in serie A. Le perdenti avranno una seconda occasione scontrandosi contro la quartultima e la terzultima della massima serie, ovvero Sassuolo e una tra Ravenna Woman e Pink Bari. La prima sfida mette di fronte la Roma, che nelle ultime quattro settimane ha raccolto solo due punti tra Grifone Gialloverde, Chieti e Roma XIV, e la Florentia, unica squadra imbattuta nei campionati nazionali e che nell’ultimo turno ha rifilato un netto 7-1, sconfitta stagionale più pesante, alla Grifo Perugia, formazione che non perdeva da ben otto incontri. Le toscane hanno ritrovato una pedina importante come Giulia Ferrandi, rientrata dopo il lungo infortunio al legamento crociato subito nella sfida del 10 dicembre contro la Lucchese e andata subito a segno. Nel secondo match si affrontano l’Orobica, squadra capace di tenere dietro la corazzata Inter anche grazie ai cinquantadue gol messi a segno dalla coppia formata da Cristina e Luana Merli, e la Pro San Bonifacio, vincitrice del girone più numeroso in cui figuravano ben sedici partecipanti.

Designazioni arbitrali e campi da gioco play-off:
RomaFlorentia: stadio “Delfino Training Center” n° 2 di Città Sant’Angelo (Pescara), arbitra Angelo Moretti di Città di Castello (A.A.1: Mara Mainella di Lanciano; A.A.2: Lorenza Caporali di Pescara)
Pro San BonifacioOrobica: stadio “Il Noce” n° 2 di Noceto (Parma), arbitra Mirko Giuseppe Cimmarusti di Novara (A.A.1: Eugenio Cabrini di Reggio Emilia; A.A.2: Francesco Colangelo di Reggio Emilia)

Verdetti:
Florentia, Orobica, Pro San Bonifacio e Roma ai play-off per l’accesso alla serie A 2018/2019.
Arezzo, Lavagnese, Inter, Milan Ladies, Fortitudo Mozzecane, Castelvecchio, Lazio e Roma XIV salve e qualificate per la serie B 2018/2019.
Novese, Juventus Femminile, Torino, Grifo Perugia, Ligorna, Lucchese, Amicizia Lagaccio, Luserna, Molassana, Romagnano, Musiello Saluzzo, Pisa, Real Meda, Fiammamonza, Marcon, Padova, Azalee, Como, Torres, Riozzese, Atletico Oristano, Caprera, Vittorio Veneto, San Marino, Riccione, Pordenone, Jesina, Brixen, Unterland Damen, Trento Clarentia, Bologna, La Saponeria Pescara, Vicenza, Imolese, Castelnuovo, Chieti, Grifone Gialloverde, Latina, Napoli Femminile, Apulia Trani, Salento, Virtus Partenope, Catania, Femminile Nebrodi e Real Colombo retrocesse nel Campionato Interregionale 2018/2019.

Foto: Fazzari & Ramella.

Related posts

Leave a Comment