Esclusiva DNP | Becagli: “Lo spareggio contro la Roma deve fungere da biglietto da visita per la serie A”

Un obiettivo che si chiama serie A. Non da ora, non da una settimana, non da un mese, non da un anno. Il presidente Tommaso Becagli, intervistato in esclusiva da donnenelpallone.com, aveva già chiara in testa la strada da percorrere fin dalla fondazione della Florentia avvenuta nell’estate 2015. Serie D, serie C e serie B vinte al primo colpo, oltre a due Coppe Toscana e a una Coppa Italia Regionale, hanno permesso al club biancorosso di poter accedere allo spareggio per arrivare al massimo campionato. Sulla sua strada la Florentia inconterà la Roma, vincitrice del girone D, in una gara secca in programma a Pescara sabato 19 maggio alle 15.00.

Una stagione da incornicare in cui avete chiuso la stagione come unica squadra imbattuta tra serie A e serie B. Si aspettava un risultato simile?
L’obiettivo fin dal principio era di fare bene: disputare un Campionato da protagonisti confermando il gruppo storico e aggiungendo giocatrici importanti che speravo, come effettivamente è avvenuto, avrebbero fatto la differenza negli scontri diretti. Sinceramente, però, non mi sarei mai aspettato di restare imbattuto, in quanto un passo falso può sempre capitare, soprattutto a una squadra neo promossa“.

In stagione, però, una sconfitta è arrivata: in Coppa Italia siete infatti stati eliminati dall’Empoli. Cosa pensa di quella sconfitta?
L’eliminazione dalla coppa nazionale è dovuta al fatto che abbiamo sbagliato troppo. Mentre in serie B spesso gli errori ti vengono perdonati, quando affronti squadre di serie A a ogni errore commesso corrisponde un gol subito. Per limitare questi sbagli serve esperienza, acquisibile solamente con il tempo. Per giocare nella massima serie è necessario essere incisivi e cinici al fine di sfruttare ogni occasione possibile per segnare. Le partite di serie A terminano quasi sempre con pochi gol di scarto, in quanto ci sono difese attente che concedono poche occasioni. Aver perso quella partita contro l’Empoli ci ha insegnato molto e ci ha permesso di concentrarci al meglio sul campionato, la cui vittoria era l’obiettivo primario“.

Nonostante il primato fosse certo, la squadra ha continuato a vincere fino all’ultima giornata, quando ha inflitto alla Grifo Perugia la sua peggior sconfitta stagionale (7-1). Avete usato le ultime partite per prepararvi al meglio alla sfida decisiva?
La squadra teneva tanto all’imbattibilità perché dà consapevolezza nei mezzi a disposizione. Abbiamo sempre dato il massimo in campo e fuori e siamo pronti ad affrontare la Roma. Ci dispiace molto che una delle due formazioni non potrà accedere alla serie A pur avendo vinto il proprio girone. Noi andremo comunque a Pescara per disputare una bella gara e mettere in spolvero tutto il nostro repertorio e le capacità che abbiamo“.

Se doveste centrare l’obiettivo, cosa avete in mente per l’immediato futuro?
Lo spareggio contro la Roma deve fungere da biglietto da visita per la serie A. L’anno prossimo vorremmo giocarcela con tutte  le squadre e non fare un campionato di medio-bassa classifica. Investiremo sul mercato, dove siamo già intervenuti prelevando il difensore centrale Tamar Dongus, che ha deciso di sposare il nostro progetto, dall’Hoffenheim, società con cui voglio iniziare una collaborazione assieme ad altri club tedeschi. Abbiamo in serbo altri colpi, che ufficializzeremo solo una volta che avremo raggiunto l’obiettivo“.

Come è nata questa sua voglia di partecipare in prima persona al calcio femminile con un progetto così ambizioso?
Vidi una partita di calcio femminile in cui le giocatrici cercavano di gettare il cuore oltre l’ostacolo, con passione e spirito di sacrificio. La loro voglia e il loro sacrificio, nonostante nessuno le trattasse veramente da professioniste, mi hanno fatto appassionare. La Florentia è partita tre anni fa da zero ma spero che, nel nostro piccolo, possiamo aver contribuito a cambiare qualcosa. Ci tengo a ringraziare tutti, staff dirigenziale, tecnico e giocatrici, in quanto mi rendo conto di essere davvero fortunato a essere entrato in questo mondo. Quello che ci siamo regalati in questi tre anni è qualcosa di unico e vogliamo continuare a migliorarci per puntare sempre più in alto. Un ringraziamento particolare va anche ai nostri tifosi, che non ci hanno mai fatto mancare il loro calore. Per lo spareggio abbiamo già riempito un pullman da ottanta posti e un altro da cinquanta che partirà da Orvieto per sostenere la squadra“.

Foto: pagina Facebook ufficiale “C.F. Florentia”.

Related posts

Leave a Comment