Serie B, girone A: le terne arbitrali della ventiduesima giornata

Nella ventiduesima giornata del girone A di serie B la capolista Florentia è di scena sul campo del Luserna e può approfittare del turno di riposo dell’Arezzo per riportare a sei i punti di vantaggio sulla diretta inseguitrice. Continua la sfida a distanza tra Lavagnese e Novese per il terzo posto: le liguri fanno visita alla Musiello Saluzzo, le piemontesi ospitano l’Amicizia Lagaccio. La Juventus Femminile vuole interrompere la striscia negativa ma sulla sua strada trova un ostico Grifo Perugia. Il Pisa, ultimo della classe, vuole provare a giocarsi le sue carte sul campo del Torino mentre a Genova va di scena il derby della Valbisagno che mette di fronte Ligorna e Molassana. Chiude il quadro la sfida tra Romagnano e Lucchese.

Designazioni arbitrali ventiduesima giornata (settima di ritorno):
Novese – Amicizia Lagaccio: Ermal Bullari di Brescia (A.A.1: Andrea Bari di Novi Ligure; A.A.2: Davide Berto di Novi Ligure)
Luserna – Florentia: Domenico Massaria di Vibo Valentia (A.A.1: Mattia Gallo di Nichelino; A.A.2: Alessandro Ciaccio di Nichelino)
Musiello Saluzzo – Lavagnese: Matteo Franzoni di Lovere (A.A.1: Iulia Andreea Dudas di Nichelino; A.A.2: Lucio Moro di Torino)
Juventus Femminile – Grifo Perugia: Mirko Matera di Bergamo (A.A.1: Marco Orlando di Torino; A.A.2: Alessandro Varrese di Torino)
Romagnano – Lucchese: Davide Fera di Gallarate (A.A.1: Alessandro Bui di Nichelino; A.A.2: Samuele Perlo di Nichelino)
Ligorna – Molassana: Kevin Bonacina di Bergamo (A.A.1: Luis Xavier Bautista Romero di Genova; A.A.2: Stefano Musante di Genova)
Torino – Pisa: Gabriele Pette di Bologna (A.A.1: Federico Venchi di Torino; A.A.2: Matteo Daniele di Nichelino)
Riposa: Arezzo

Classifica:
Florentia 51, Arezzo 48^, Lavagnese 40, Novese 40, Juventus Femminile 31, Ligorna 28^, Luserna 24, Torino 24, Amicizia Lagaccio 23, Lucchese 23, Grifo Perugia 22*, Molassana 19, Romagnano 18*, Musiello Saluzzo 13*, Pisa 5.
*una partita in meno
^una partita in più

Foto: Ingrid Zambrano.

Related posts

Leave a Comment