UWCL – Il Wolfsburg vince al Franchi. Fiorentina a testa alta

Non c’erano speranze, o meglio quelle poche che erano rimaste sono state spazzate via. Ma non è un day after amaro in casa Fiorentina nonostante il sonoro 0-4 rimediato al Franchi dall’alieno Wolfsburg. E dire che il tanto decantato “rispetto dell’avversario” sbandierato dal tecnico tedesco Lerch al momento della presentazione della gara forse in campo si vede anche troppo, specie quando il primo tempo si chiude a reti inviolate. Dura, purtroppo, soltanto 45′ la strenua resistenza di una squadra viola compatta, difficilmente pericolosa ma sorniona nel confrontarsi con un avversario decisamente superiore: la ripresa rappresenta un crollo ma solo sul profilo del risultato, uno 0-4 firmato due volte dall’islandese Gunnarsdottir, da Harder e da una sfortunata autorete di Ohrstrom.

Peccato, da un lato. Ma certamente sperare di fare risultato con una squadra senza dubbio di altro livello sarebbe stato utopia e la qualificazione è compromessa, tuttavia quello che conta è il morale. Alto. Molto alto. Sui social, da Caccamo a Cincotta si assapora oggi grande entusiasmo, la consapevolezza di essersela giocata  anche nell’intricatissimo panorama europeo e di un movimento sempre più in crescita anche a livello internazionale. Testa al campionato ora, perché il Tavagnacco è un altro esame molto duro, ma con la forza di questa consapevolezza appare un impegno sicuramente meno difficile.

Related posts

Leave a Comment