Coppa Italia, l’Imolese spera nel ricorso contro il Ravenna Woman

Il Ravenna Woman ha conquistato la qualificazione al secondo turno di Coppa Italia ai danni dell’Imolese con una doppia vittoria sul campo. Dopo l’8-1 dell’andata, infatti, le biancorosse hanno concesso il bis espugnando per 0-2 il campo delle avversarie.

Il passaggio del turno non è ancora stato omologato in quanto l’Imolese ha presentato un preannuncio di reclamo, come si legge sul Comunicato Ufficiale numero 16, pubblicato il 13 settembre 2017: “Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Società Imolese avverso l’ esito della gara indicata a margine, si soprassiede ad ogni decisione in merito. Nel relativo paragrafo si riportano i provvedimenti assunti a carico di tesserati per quanto in atti“.

Il Ravenna Woman ha effettuato regolarmente tre cambi e non ha schierato calciatrici non tesserate o squalificate. Secondo indiscrezioni la contestazione dell’Imolese sarebbe per il fatto che il Ravenna Woman avrebbe fatto giocare la quindicenne Linda Giovagnoli senza il certificato di maturità agonistica, obbligatorio per le calciatrici non ancora sedicenni. Tale certificato sarebbe però stato presentato nel corso della passata stagione. Difficile aspettarsi che il Giudice Sportivo accolga il ricorso, fatto che darebbe la vittoria all’Imolese a tavolino per 8-0 in modo da ribaltare il risultato dell’andata. Molto probabile un rigetto del reclamo con conseguente omologazione del risultato ottenuto sul campo.

Related posts

Leave a Comment