ESCLUSIVA DNP – Macori: “Vi racconto del Ravenna Woman. A partire dalla coppia in panchina”

Una stagione tutta nuova quella ai nastri di partenza, che in serie A vedrà non poche modifiche in termini non solo di squadre ma anche di collaborazioni. Dopo la Fiorentina, infatti, anche Empoli e Sassuolo sono entrate nei club maschili, mentre la Juventus ha acquisito il Cuneo. Non è rimasto a guardare il San Zaccaria, perché è arrivato l’accordo di partnership con il Ravenna che ha dato vita al Ravenna Woman. In esclusiva, la nostra redazione di Donnenelpallone.com ha contattato Rinaldo Macori, presidente del club biancorosso, con il quale abbiamo parlato di questa e altre novità passando, ovviamente per il mercato.

Una squadra per gran parte nuova quella che si appresta a iniziare la prossima serie A. Com’è nata la partnership con il Ravenna che ha portato il San Zaccaria a ‘cambiare’ vita?

Stiamo costruendo una squadra con tante ragazze nuove, partendo proprio da questa partnership con il Ravenna maschile, voluta da entrambe le parti e dal nostro assessore allo Sport Roberto Fagnani. Si tratta di un passo importante per la nostra società, un nome che rispecchia la nostra città come importanza. Questo è un progetto nuovo, che parte da stimoli importanti e che punti su un mix di giocatrici esperte e giovani: fra queste cito ad esempio Ginevra Costantino, appena unitasi a noi, ma anche Casadio, Barbaresi, Tampieri e Muratori fra le altre“.

Ci saranno molte avversarie agguerrite già ai nastri di partenza del campionato, con una Juventus tutta da scoprire. Quale obiettivo si pone la formazione biancorossa al cospetto di rivali di tutto rispetto?

Ci accingiamo ad affrontare un campionato sempre più difficile, sempre più di livello importante, come è giusto che sia. Il Ravenna Woman ha l’obiettivo principale di far sì che le nostre tante giovani si migliorino ogni giorno. Abbiamo giocatrici importanti, che hanno bisogno di crescere e divertirsi, di conseguenza sono sicuro che arriveranno i risultati e anche la permanenza in questa categoria“.

In un mercato pieno di colpi illustri e molte trattative, il Ravenna Woman riuscirà a mantenere i suoi gioielli dopo aver già blindato Tucceri Cimini? Pensiamo soprattutto a Principi…

Sì, siamo di fronte a un mercato molto strano, nel quale tante giocatrici hanno cambiato bandiera. Posso dire che noi abbiamo un rapporto molto solido con alcune nostre calciatrici in particolare: fra queste spiccano Tucceri Cimini e Principi. Questo dimostra quanto le ragazze tengano alla squadra e al progetto disegnato dalla società, ma non solo loro: Cimatti, Baldini, Tampieri e Barbaresi sono tutte giocatrici che altre squadre ci hanno chiesto“.

Restando sul mercato: la situazione di Razzolini è ancora in evoluzione? Ci sono possibilità di vederla ancora in maglia biancorossa?

Costanza è una tesserata della Fiorentina e come è giusto che sia ha iniziato la preparazione con la sua squadra. Spero per lei che riesca a ritagliarsi uno spazio, se così non fosse potremmo anche rivederla in biancorosso. Siamo molto contenti della sua stagione passata, perché si tratta di una ragazza giovane con un margine di notevole crescita, come ha dimostrato soprattutto nel girone di ritorno“.

Chi ci sarà in panchina per la prossima stagione? Spazio ancora a Fausto Lorenzini o la Società andrà su altri nomi?

Certamente Fausto Lorenzini tornerà a fare il suo lavoro come direttore sportivo, senza mai togliere gli occhi dal campo. Quest’anno, in panchina, la nostra formula sarà diversa: non voglio più un allenatore che agisca da solo, bensì uno staff tecnico che collabori insieme e che sia in continuo confronto, che remi nella medesima direzione e che faccia crescere i nostri talenti. Nella stagione 2017/2018 avremo due allenatori, che saranno in continuo contatto con la dirigenza. Si tratta di Andrea Rizzo e di Mirco Balacich, che agiranno in sintonia con il preparatore atletico Rodrigo Baldelli e con il preparatore dei portieri Gianni Lanucara. Come fisioterapista avremo Giulia Bucelli“.

Related posts

Leave a Comment