ESCLUSIVA DNP – D’Ingeo: “Il nostro unico obiettivo è la serie A”

Dopo una stagione in cui l’Inter ha terminato sia il girone C di serie B che la fase nazionale del campionato Primavera al secondo posto, il direttore sportivo Gianni D’Ingeo si è attivato sul mercato per poter ottenere la promozione in serie A che l’anno scorso è stata solamente sfiorata. In esclusiva per donnenelpallone.com il dirigente nerazzurro ritorna sulla stagione passata, presenta i nuovi acquisti e fissa gli obiettivi che la società vuole raggiungere a breve termine.
Cosa è mancato secondo te l’anno scorso sia con la prima squadra che con la Primavera per vincere i rispettivi campionati?
Non abbiamo vinto ma il secondo posto con la prima squadra è stato incredibile. Il Valpolicella è una squadra fortissima e già attrezzata per la serie A, con un’età media di molto superiore a quella delle nostre giovani giocatrici. Abbiamo fatto 69 punti su 78 disponibili, 102 gol fatti e solo 23 subiti, ma abbiamo pagato l’inesperienza, sopratutto negli scontri diretti, pareggiando entrambe le gare. Noi siamo comunque contenti così: il nostro programma va avanti e portare diciotto ventiduesimi del settore giovanile in prima squadra e di questa qualità è motivo di orgoglio. Lo stesso discorso vale per la Primavera, che ha pareggiato la finale contro la Res Roma e perso solo ai rigori contro una squadra fortissima, che schierava ben 7 giocatrici già impiegate in serie A“.
Tu sei sceso in campo in prima linea per il mercato: presentaci i nuovi acquisti.
Ho voluto, in accordo con la presidentessa Tagliabue, continuare a perseguire la strada della linea verde e inserire un paio di veterane per accompagnare queste giovani e talentuose ragazze alla conquista di quello che per noi è diventato l’unico obiettivo, la serie A. Il primo acquisto è Gaia Barbini, un esterno di ottima qualità, molto brava sia nella fase difensiva che in quella offensiva. Era la giocatrice più importante delle Azalee, la rincorrevo da diversi anni ed ora finalmente è una nostra calciatrice. Alessia Capelletti è un portiere di talento che arriva in prestito dal Mozzanica: l’ho fortemente voluta sin dai primi giorni di mercato, credo che con Selmi se la giocherà alla pari e poi vedremo. Giulia Ambrosetti è un ritorno che va a completare con la sua qualità un centrocampo già fortissimo, ci darà quell’equilibrio che a volte nella scorsa stagione è mancato. È la regista che mancava a questa squadra. La storia di Angela Locatelli non lascia alcun dubbio: circa 200 partite in serie A, ex capitano del Mozzanica, esperienza e professionalità, insomma ‘tanta roba’ per far crescere tutto il reparto difensivo e non solo, una leader in tutti i sensi. Abbiamo rinnovato il prestito di Elena Crespi, difensore mancino classe 2000, dal Villa Cortese perché credo che potrà crescere ancora tanto con noi essendo una ragazza di talento. Gloria Marinelli è un attaccante classe ’98 che era rincorsa dai più importanti club italiani: forza, talento e corsa fanno di lei un centravanti di razza che vede la porta. Inoltre può giocare anche da esterno“.
In vista di questa stagione quali sono gli obiettivi della società?
L’obiettivo che ci siamo prefissati è quello di migliorarci e di provare a vincere per salire in serie A. Siamo attrezzati per fare il grande salto: la società, lo staff e soprattutto la qualità delle giocatrici sono pronti“.
Quanto è importante la sinergia con F.C. Internazionale?
Fondamentale, siamo nell’anno zero, anche se la collaborazione è cominciata due anni fa con l’acquisizione di tutto il nostro settore giovanile. Ci sentiamo dei privilegiati perché sappiamo di essere incoraggiati e sostenuti da una tra le più importanti società italiane. Godiamo spesso anche della presenza a bordo campo del vicepresidente Javier Zanetti che ci segue e ci incoraggia“.

Related posts

Leave a Comment