Inter, serie A rimandata. Fc Internazionale sempre più vicina

Grandi nomi e realtà emergenti a disposizione di un’Inter da favola. Certo, non tutte le favole hanno il lieto fine e il club nerazzurro è l’emblema di questo concetto. La serie B disputata nel girone C, ventisei partite a disposizione di cui ventidue vinte e una sola persa. Sessantanove punti conquistati e 101 gol realizzati. Un gruppo plasmato con bravura e intelligenza dal tecnico Pablo Wergifker affiancato inseparabilmente dal suo vice Sebastian De La Fuente. Eppure tutto questo non è bastato. L’Inter non è riuscita a sovrastare i 71 punti del Valpolicella chiudendo al secondo posto e non potendo quindi vivere il sogno della Serie A. La formazione Primavera? Un ottimo secondo posto nel campionato di categoria.

Queste le parole del duo argentino: “Eravamo un cantiere aperto, non ci aspettavamo di restare in corsa per la vittoria del campionato fino alla fine. Non si tratta di un fallimento, anche se puntavamo a tutto. Le ragazze ci hanno dimostrato un’attenzione senza eguali nel lavoro quotidiano: chiedevamo una cosa ne davano indietro due. Le settimane iniziali son servite per prendere confidenza reciproca, per prenderci le misure. Ma non ho notato alcuna differenza nel confrontarsi con i maschi dilettanti che avevo seguito in precedenza”.

Wergifker e De La Fuente continuano sottolineando la volontà sconfinata di migliorare da parte delle ragazze durante il corso della stagione passata: “Ci hanno chiesto di allenarsi di più, di avere un’agenda di allenamenti più fitta. Tutto questo ha formato un grande gruppo, una voglia continua di stare insieme e di lavorare per un obiettivo. Le ragazze lavorano e studiano ma raramente abbiamo ricevuto telefonate in cui chiedevano di assentarsi”.

La serie A è solo rimandata. L’obiettivo è quello di riprovarci subito e l’idea di poterlo fare entrando nell’orbita dell’Inter della famiglia Zhang, che sembra aver intenzione di inglobare le ragazze nerazzurre nel mondo Fc Internazionale, è uno stimolo decisamente maggiore.

“Il vicepresidente nerazzurro Javer Zanetti è molto coinvolto nella nostra esperienza, si informa spesso, si allena con noi. L’organizzazione attuale non ci ha fatto mancare niente, anzi, Certo che la spinta della ‘casa madre’ cambierebbe tutto, anche perchè in Cina il calcio femminile è un movimento molto seguito”.

Al Patron nerazzurro Tagliabue, al direttore sportivo Gianni D’Ingeo, al direttore tecnico Antonio Brustia e a tutto lo staff tecnico non rimane che continuare a coltivare la passione e il talento delle proprie atlete aspettando di raccogliere quanto di buono seminato in questi anni.

Related posts

Leave a Comment